Street Stories sul nostro diario di bordo rock

Uno degli intenti del nostro diario rock è quello di comunicare che, oltre al nostro lavoro di artigiani, cerchiamo sempre di trasmettere un messaggio forte, d'impatto, una storia che abbia delle radici profonde e in cui ognuno di voi possa riconoscersi.

Abbiamo deciso, per questo motivo, di lanciare una campagna che racconti delle nostre ispirazioni, della nostra storia, della nostra vita tra una creazione e l’altra.

Le storie più vere e piene di vita, partono sempre dalla strada

Street Stories è un racconto che, attraverso immagini, musica e gioielli, vi accompagnerà in questi mesi con i suoi protagonisti: artisti di strada, band emergenti, writers, designer, e chiunque si faccia portavoce di una cultura urbana.

Pietro Ferrante da sempre adotta una comunicazione di grande impatto, per questo ha scelto di supportare una filosofia street style, come quella delle periferie di Napoli, che offrono una visione più libera e hanno di certo una personalità più rock rispetto alla grande città.

L’ispirazione che viene dal ghetto

E sono proprio le periferie ad ispirare le sue collezioni: tra murales, break dance, hip hop e skaters, trovano un contesto ideale i prodotti firmati da Pietro Ferrante, come gli anelli della Killer Collection o le collane della Linea Ferrante oggetti nati per rompere le regole della moda.

Oyoshe, rapper napoletano cresciuto e formatosi proprio nella periferia di Fuorigrotta, ha voluto partecipare alla campagna Street Stories, realizzando un brano esclusivo scritto e interpretato per Pietro Ferrante, Wazakill, che potete ascoltare sulla nostra fanpage ufficiale o sul canale Youtube di Ferrante.

Venite a scoprire le nuove “storie urbane” sul sito ufficiale e continuate ad acquistare i nostri prodotti sullo shop online o dai nostri rivenditori autorizzati in tutta Italia.